Come fare il mirto sardo in casa propria

In questo articolo vedremo come fare il mirto sardo in casa propria, un liquore tradizionale della Sardegna derivato dai frutti delle piante di mirto, dal gusto unico e deciso. La pianta di mirto in Sardegna (per chi volesse fare la tradizionale ricetta originale), non è difficile da trovare in giro per le campagne ed è riconoscibile dalle sue piccole bacche blu che verranno usate appunto per fare il liquore tipico Sardo. Il mirto è di facile realizzazione, non richiede particolari competenze per la sua creazione e in questo post ti spiego come farlo artigianalmente a casa tua, in maniera facile e con una bassissima spesa.

Ingredienti per fare il mirto sardo in casa

Per le dosi tenete conto che con un 1 litro d’acqua è possibile realizzare circa 3 litri di liquore di mirto.

  • 1 Litro di Alcool per alimenti
  • 1 Kg di bacche di mirto
  • 500-1000 gr di zucchero
  • 2 litri d’acqua
Attrezzatura per fare il mirto sardo in casa
  • 1 Raccoglitore di bacche di mirto
  • 1 Pettine per raccogliere le bacche, se non volete usare le mani
  • 1 Contenitore con chiusura ermetica che contenga il mirto da mettere a mollo
  • 1 Scolatore
  • 1 Contenitore per le bacche scolate
  • 1 Contenitore in acciaio per far bollire il mirto
  • 1 Imbuto
  • Bottiglie scure per conservare il mirto

 

Come si prepara il mirto sardo in casa
  • Prendere le bacche di mirto e versarle dentro un contenitore ermetico assieme all’alcool per alimenti. Quest’ultimo dovrà ricoprire interamente le bacche tenendole a bagno.
  • Lasciare macerare le bacche di mirto con l’alcool per almeno 60 giorni in un luogo fresco e al buio, accertarsi che lungo il periodo di 60 giorni, le bacche siano sempre coperte dall’alcool, se ciò non dovesse avvenire, aggiungerne sino a ricoprire completamente i frutti di mirto.
  • Passati i 60 giorni si può procedere alla lavorazione vera e propria. Le bacche si presenteranno di forma più grande rispetto al normale e saranno gonfiate dall’alcool. Tutto ciò che si dovrà fare è prendere le bacche con un scolatore e separarle dall’alcool versandole in un contenitore. L’alcool dopo la scolatura, non va buttato, ma conservato per la fase finale
  • Le bacche contenute ora nel contenitore, dovranno essere pressate per ottenere una spremitura ottima attraverso un torchio, ma se non avete questa disponibilità, si può comunque fare a mano.
  • Il risultato della spremitura, va versato in un recipiente
  • Ora si deve preparare uno sciroppo con acqua e zucchero e metterlo poi sotto al fuoco per circa 30 minuti sino alla bollitura
  • Fatto ciò si può aggiungere allo sciroppo appena ottenuto, il succo delle bacche che sono state spremute in precedenza e l’alcool residuo della macerazione, mescolando accuratamente tutti gli ingredienti
  • Finito di mescolare gli ingredienti, il liquore di mirto sarà pronto, prendere quindi delle bottiglie scure e versarlo al loro interno con un imbuto
  • Non ti rimane quindi che prendere un bicchierino e gustarti il mito che hai appena fatto in casa.

Come hai potuto vedere, fare il mirto sardo in casa non è affatto complicato e con l’esperienza riuscirai a realizzare un liquore di mirto sempre più buono e gustoso, dosando sempre al meglio alcool e zucchero secondo i tuoi gusti.